LUNA PARK (anno 1979) con le favole cantate da Montesano

Pubblicato il da anni70-latvdeiragazzi

Il varietà televisivo Luna Park ( primavera del 1979  su rai uno) iniziava con una sigla che ricordava vagamente le atmosfere musicali della "febbre del sabato sera". Era cantata dai New Trolls ed era ballata dalla giovanissima Heather Parisi al suo debutto ufficiale, che in ogni puntata si presentava in tute di colori diversi.

 

 

La regia era di Eros Macchi e gli autori erano Luca Goldoni, Bruno Broccoli, Enzo Sermassi e Sergio Bardotti. La trasmissione si svolgeva all'interno di un Luna Park con tanto di uomo forzuto, di giostre, di tunnel dell'orrore ecc... e a legare i vari ospiti era un giovane Pippo Baudo. Gli ospiti erano sempre gli stessi: Enrico Beruschi,

 

 

Tullio Solenghi

 

 

 

Fioretta Mari,

 

http://profile.ak.fbcdn.net/hprofile-ak-snc4/41786_44465617435_815836_n.jpg

la smorfia che per l'occasione presentarono i loro sketch tra i più famosi e riusciti

 

 

 

e il comicissimo Beppe Grillo.

 

 

 

 

 

Il programma , che non deve essere confuso con quello che aveva  lo stesso nome e presentato dallo stesso Baudo  trasmesso su RAIUno negli anni '90, aveva un altra caratteristica rivolta ai bambini degli anni '70: le favole cantate da Enrico Montesano e animate da Bruno Bozzetto.

Tra queste:Il re di Bogotà, il millepiedi, il barone e l'uccellin, la marcia della frutta...

 

UFINO, UFETTO

 

 

 

IL PULCINO

 

Una caramella

Ogni favola veniva mostrava prima durante la trasmissione e poi diventava la sigla finale della stessa. Spesso c'era una coda del brano solo musicale per lasciar scorrere il resto dei titoli di cosa.Nell'ottava e ultima puntata invece fu lo stesso Montesano in studio ad interpretare la canzone SAN QUALCUNO
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post