LAMÙ, LA SEXY RAGAZZA DELLO SPAZIO E IL SOTTOSCRITTO ALL'INTERNO DI UN COMPLOTTO SULLA SIGLA SCONOSCIUTA

Pubblicato il da anni70-latvdeiragazzi

 

Gambe lunghissime e décolleté abbondanti a prova di gravità  con chioma voluminosa di un  colore verde petrolio, in stile neo-punk, rimane sempre (s)vestita dentro un succinto bikini tigrato veramente super sexy!  A distanza di quasi 30 anni lamù ritorna a casa: nello spazio? No! a telecapri... ecco l'articolo.

La serie “Lamù la ragazza dello spazio” viene trasmessa in Italia dal 1983. Inventata dall’autrice giapponese autrice Rumiko Takahashi viene doppiata  in Italia nel primo passaggio televisivo da Rosalinda Galli, mentre nei film distribuiti dalla Yamato Video da Roberta Gallina.

Come tutte le serie di Rumiko Takahashi, anche Lamù è longeva, infatti conta ben 218 episodi di pura ilarità, dove si mostrano situazioni, eventi, ma anche persone, esageratamente assurde, non a caso il titolo originale “Urusei Yatsura” lo si potrebbe tradurre con “gente fastidiosa” (oltre al gioco di parole dato da “urusei” che nel carattere kanji può essere tradotto come “stella/pianeta Uru” - sebbene il nome del pianeta di Lamù sia Oniboshi, ossia il pianeta degli Oni -); normalmente una definizione del genere non andrebbe a favore dell’opera, ma questa serie è una parodia della società moderna e del folklore giapponese (spesso i personaggi incontreranno miti e leggende, in altri casi saranno gli stessi protagonisti a interpretare gli eroi della storia), ma ciò che la rende così amata è senza dubbio la bellissima Lamù, che dalla sua prima apparizione nel 1981 ( 1983 in  Italia) è ancora oggi una delle maggiori icone dell’animazione giapponese. (dal blog di Valeria Bellettini)

Venne trasmessa per la prima volta in Italia nell' 83. Tele Capri faceva parte del circuito Italia 1 gia' dall' 82 (Italia 1 non ha mai trasmesso questa serie) e solo nell' 84 entro' a far parte di Euro TV ed è stato uno dei primi cartoni animati a subire l'onta della censura... beh... a giudicare il fotogramma successivo... forse...tanto torto non avevano! (mi raccomando... è ironico eh!)http://www.oasidelleanime.com/minisiti/lamu/trama/index.htm

 

LA TRAMA

Lamù è una aliena proveniente dal pianeta Oniboshi (stella malvagia), abitato da oni.

In quanto oni, Lamù ha determinate caratteristiche fisiche che la contraddistinguono: canini aguzzi e due cornini posti all'altezza delle tempie.

La sua divisa tipica è un bikini tigrato. È dotata del potere di volare (ereditato dal padre) e quello di lanciare scariche elettriche (ereditato dalla madre). Il suo unico punto debole sembra essere l'aglio, il cui solo odore la soffoca.

Al contrario, pur non essendo una grande cuoca, Lamù predilige la cucina estremamente piccante. Lamù è scesa sulla Terra quando la sua razza decise di conquistare il pianeta. L'unica possibilità di salvezza lasciata agli umani fu una gara: un rappresentante umano estratto a sorte (Ataru) avrebbe dovuto "acchiappare" un rappresentante alieno (Lamù); in tal caso gli oni avrebbero rinunciato alla conquista. Ataru riuscì nell'impresa ma, per un equivoco, Lamù si convince che Ataru volesse sposarla (in realtà quella promessa Ataru la stava facendo a Shinobu), e decide di stabilirsi in pianta stabile a casa Moroboshi.

Nonostante le premesse, Lamù è sinceramente innamorata di Ataru, sebbene questi tenda a corteggiare tutti i personaggi femminili della serie, tranne la stessa Lamù, che di fatto è l'unica ben disposta nei suoi confronti. Tuttavia, in più di una occasione Ataru dimostrerà di ricambiare l'amore di Lamù, pur non riuscendo mai ad ammetterlo del tutto e preferendo continuare ad essere libero di poter correre dietro a qualunque altra ragazza.

Lamù soffre di una gelosia mortale (peraltro giustificata) che si esplicita il più delle volte in punizioni corporali (soprattutto scosse elettriche) o macchinosi sistemi, anche piuttosto meschini, per controllare Ataru e prevenire eventuali tradimenti.

Per il resto, Lamù è solitamente molto tranquilla e socievole, con una ingenuità piuttosto infantile. È diventata oggetto del desiderio di quasi tutti i compagni di classe di Ataru, che in seguito diverranno anche i suoi, dato che nel corso degli episodi, Lamù si iscriverà al liceo Tomobiki per poter essere sempre al fianco del suo tesoruccio . (dal sito oasi delle anime)

Gli eventi narrati nell'anime coprono un arco temporale di oltre quattro anni, ma i personaggi hanno sempre 17 anni e frequentano sempre la classe 2-4

ED ECCO IL MISTERO DELLA SIGLA: (e cosa centro io in questo complotto)

Dalla sua prima trasmissione italiana fino alla fine degli anni Novanta, la serie ha avuto come sigla iniziale un brano, mai pubblicato ufficialmente, di cui sono sconosciuti titolo, autori e addirittura l’interprete. E il mistero su questa orecchiabile canzonetta (che ha contribuito al successo dell’anime qui da noi) permane.

Dalle repliche del 1999, la sigla è stata sostituita dalla meno accattivante Mi hai rapito il cuore, Lamù, di Stefano Bersola. E come per la precedente, sembra che nemmeno questa sigla è mai stata commercializzata.

Un giorno, agli inizi degli anni 2000mi scrisse un ragazzo di un fantomatico forum che mi parlò di questa strana cosa.
Mi contattò con la mail del mio studio grafico giuseppemascolo.com sul quale avevo inserito un mio lavoro per la casa discografica Chat Noire
records®. (Gigi Bonavolta)
Si trattava della grafica del CD che contiene alcune delle più belle sigle di cartoni animati degli anni 80 tra cui Sandybel, chobin, ape magà, pollon, bia, sampei, candy candy, heidi, a me mi torna in mente una canzon, daitarn 3, lupin 3, capitan harlock, daltanius, ufo robot, Goldrake, uomo tigre ecc... e del relativo spot pubblicitario che andò poi sulle tv locali

Particolare interessante è che che nel CD era presente l'unica versione della canzone di Lamù completa, ma neanche qui erano assenti gli autori e soprattutto gli interpreti e il ragazzo mi spiegò che da tempo esisteva questo mistero che incuriosiva molti giovani su internet: chi è il cantante della canzone?

Ecco uno stralcio del sito dove si parla di questo "mistero" e dove si fa riferimento proprio al momento in cui fui contattato:

"Eppure, una volta Lamù era stata edita. Già! Non nella versione completa, ovviamente, bensì in quella tv-size: era una compilation di qualche tempo prima, in cui, accanto a varie cover, fu inserita appunto il pezzo di Lamù opportunatamente tagliato dal dj alla fine del 2'. 
La prova dell'esistenza di questa compilation venne data dall'iscrizione al forum di mister_k, che, dopo una serie di post anonimi, permette (grazie alla collaborazione del Sig. Mascolo, realizzatore della grafica) di avere le scannerizzazioni del cd. 
"

io vi invito a leggere tutta la storia, veramente molto lunga, sul sito http://www.sigletv.net/ ma non aspettatevi una soluzione a quest'arcano. Il mistero è ancora irrisolto.

Una sola anticipazione:qualcuno ipotizzò che a cantare la sigla fosse stato l'allora sindaco di Capri, che aveva importato in Italia il cartone, ma lui ha sempre negato che fosse vero.

Chiunque voglia partecipare alla risoluzione del giallo può ancora farlo sul forum dello stesso sito di sigletv dove di ipotesi ne sono state fatte tante, ma proprio tante... più di 8910 post nella discussione (e pensare che l'ultimo messaggio risale al 2013). 

Ma se ne parla anche su facebook su questa pagina dedicata al mistero della sigla di LAMÙ

Concludendo? Ascoltiamoci la sigla... e non i pensiamo più.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post